top of page
pastore forma

PASTORE DI ORGOSOLO FORMA

INGREDIENTI

Latte di pecora intero, sale, caglio

STAGIONATURA

3 mesi

CARATTERISTICHE

Dal colore paglierino, il pecorino sardo Pastore di Orgosolo si caratterizza per il suo sapore intenso e il profumo deciso.

PRODUTTORE

Soc. Agricola F.lli Podda -Orgosolo-

FORMATO

Forma intera 

prezzo al kg 20.00€

forma da 2.3/3.3kg circa

ordine minimo 1 forma

pastore spicchio

PASTORE DI ORGOSOLO SPICCHIO

INGREDIENTI

Latte di pecora intero, sale, caglio

STAGIONATURA

3 mesi

CARATTERISTICHE

Dal colore paglierino, il pecorino sardo Pastore di Orgosolo si caratterizza per il suo sapore intenso e il profumo deciso.

PRODUTTORE

Soc. Agricola F.lli Podda -Orgosolo-

FORMATO

Spicchio sottovuoto

prezzo al kg 20.50€

spicchio da 200/350g circa

ordine minimo 8 spicchi

semicotto forma

SEMICOTTO DI ORGOSOLO FORMA

INGREDIENTI

Latte di pecora intero, sale, caglio

STAGIONATURA

3 mesi

CARATTERISTICHE

Il Semicotto di Orgosolo è un pecorino sardo a pasta bianca e compatta. Al gusto risulta è delicato e gentile

PRODUTTORE

Soc. Agricola F.lli Podda -Orgosolo-

FORMATO

Forma intera 

prezzo al kg 20.00€

forma da 2.8/3.3kg circa

ordine minimo 1 forma

semicotto spicchio

SEMICOTTO DI ORGOSOLO SPICCHIO

INGREDIENTI

Latte di pecora intero, sale, caglio

STAGIONATURA

3 mesi

CARATTERISTICHE

Il Semicotto di Orgosolo è un pecorino sardo a pasta bianca e compatta. Al gusto risulta è delicato e gentile

PRODUTTORE

Soc. Agricola F.lli Podda -Orgosolo-

FORMATO

Spicchio sottovuoto

prezzo al kg 20.50€

spicchio da 200/350g circa

ordine minimo 8 spicchi

fiore sardo

FIORE SARDO DOP

INGREDIENTI

Latte di pecora intero crudo, caglio di agnello sardo, sale, affumicato con essenze di legno locale, trattato in superficie con olio di oliva

STAGIONATURA

3 mesi

STORIA

Il Fiore sardo conserva ancora oggi le antiche e particolari tecniche di lavorazione artigianali già presenti nel IV secolo d.C. Il termine “fiore” deriva dal fatto che per la sua formatura si usassero, fino a tempi recenti, stampi in legno “pischeddas” forate, di legno di castagno o di pero selvatico, sul cui fondo era intarsiato un fiore stilizzato – forse il giglio o l’asfodelo – che lasciava sul formaggio un vero e proprio marchio, accompagnato spesso anche dalle iniziali del nome del produttore.
Il Fiore Sardo è citato nella Convenzione di Stresa del 1951 sull’uso dei nominativi di origine e delle denominazioni dei formaggi, riconosciuto a Denominazione Tipica nel 1955 e d’Origine dal 1974, ha infine ottenuto la Denominazione d’Origine Protetta (DOP) nel 1996.
La antica origine del formaggio e la storica e specifica economia agropastorale sarda conferiscono tuttora a questa DOP un particolare carattere identitario della sardità. Negli anni il Fiore Sardo ha subito un necessario processo di modernizzazione, in quanto il disciplinare che prevede gli antichi e tradizionali procedimenti di produzione consente l’utilizzo di tecnologie più moderne ed industrializzate. Ciò ha consentito un positivo aumento della quantità prodotta, ma di fatto non è
stato modificato il carattere di artigianalità della DOP

CARATTERISTICHE

Il Fiore Sardo viene prodotto esclusivamente in Sardegna, secondo la tecnologia casearia e le modalità riportate nel disciplinare di produzione. Il latte intero, fresco e rigorosamente crudo, viene coagulato con caglio in pasta di agnello o di capretto. La cagliata, rotta finemente e non sottoposta a cottura, da cui deriva la definizione di formaggio “a pasta cruda”, viene raccolta in particolari stampi tronco conici e la sapiente maestria degli operatori consente di ottenere le forme caratteristiche.
La pasta è compatta, raramente presenta occhiature; friabile e morbida da giovane di colore bianco, stagionata tende al giallo paglierino, perdendo in morbidezza; al tatto è compatta, rugosa, mentre all’assaggio è dura, friabile e granulosa. L’odore fortemente aromatico, caratteristico è intenso di animale, spesso di affumicato; il sapore è deciso, tipico dei formaggi di pecora, morbido e lievemente acidulo nelle forme più giovani e piccante nelle forme più stagionate. Il Fiore Sardo, formaggio con una persistenza sensoriale medio-alta, è un eccellente formaggio da tavola, se consumato giovane, ed un ottimo prodotto da grattugia se stagionato per almeno sei mesi.

PRODUTTORE

Soc. Agricola F.lli Podda -Orgosolo-

FORMATO

Forma intera 

prezzo al kg 22.00€

forma da 3/3.5kg circa

ordine minimo 1 forma

spicchio fiore sardo

FIORE SARDO SPICCHIO

INGREDIENTI

Latte di pecora intero crudo, caglio di agnello sardo, sale, affumicato con essenze di legno locale, trattato in superficie con olio di oliva

STAGIONATURA

3 mesi

STORIA

Il Fiore sardo conserva ancora oggi le antiche e particolari tecniche di lavorazione artigianali già presenti nel IV secolo d.C. Il termine “fiore” deriva dal fatto che per la sua formatura si usassero, fino a tempi recenti, stampi in legno “pischeddas” forate, di legno di castagno o di pero selvatico, sul cui fondo era intarsiato un fiore stilizzato – forse il giglio o l’asfodelo – che lasciava sul formaggio un vero e proprio marchio, accompagnato spesso anche dalle iniziali del nome del produttore.

Il Fiore Sardo è citato nella Convenzione di Stresa del 1951 sull’uso dei nominativi di origine e delle denominazioni dei formaggi, riconosciuto a Denominazione Tipica nel 1955 e d’Origine dal 1974, ha infine ottenuto la Denominazione d’Origine Protetta (DOP) nel 1996.

La antica origine del formaggio e la storica e specifica economia agropastorale sarda conferiscono tuttora a questa DOP un particolare carattere identitario della sardità. Negli anni il Fiore Sardo ha subito un necessario processo di modernizzazione, in quanto il disciplinare che prevede gli antichi e tradizionali procedimenti di produzione consente l’utilizzo di tecnologie più moderne ed industrializzate. Ciò ha consentito un positivo aumento della quantità prodotta, ma di fatto non èstato modificato il carattere di artigianalità della DOP

CARATTERISTICHE

Il Fiore Sardo viene prodotto esclusivamente in Sardegna, secondo la tecnologia casearia e le modalità riportate nel disciplinare di produzione. Il latte intero, fresco e rigorosamente crudo, viene coagulato con caglio in pasta di agnello o di capretto. La cagliata, rotta finemente e non sottoposta a cottura, da cui deriva la definizione di formaggio “a pasta cruda”, viene raccolta in particolari stampi tronco conici e la sapiente maestria degli operatori consente di ottenere le forme caratteristiche. La pasta è compatta, raramente presenta occhiature; friabile e morbida da giovane di colore bianco, stagionata tende al giallo paglierino, perdendo in morbidezza; al tatto è compatta, rugosa, mentre all’assaggio è dura, friabile e granulosa. L’odore fortemente aromatico, caratteristico è intenso di animale, spesso di affumicato; il sapore è deciso, tipico dei formaggi di pecora, morbido e lievemente acidulo nelle forme più giovani e piccante nelle forme più stagionate. Il Fiore Sardo, formaggio con una persistenza sensoriale medio-alta, è un eccellente formaggio da tavola, se consumato giovane, ed un ottimo prodotto da grattugia se stagionato per almeno sei mesi.

PRODUTTORE

Soc. Agricola F.lli Podda -Orgosolo-

FORMATO

Spicchio sottovuoto

prezzo al kg 22.50€

spicchio da 200/350g circa

ordine minimo 8 spicchi

bottom of page